Fragilità dell’uomo tenerezza di Dio

Trevi nell'Umbria


Qual è il primo pensiero che vi viene in mente quando ascoltate la parola “Dio”? Quando diciamo “Dio” siamo ben consapevoli di tentare una definizione di un’esperienza che riguarda l’indicibile, di un mistero che ci supera. Probabilmente ad ogni risposta che formuliamo possiamo dirci: No, Dio non è così! Tutte le volte che tentiamo di definirlo, vi mettiamo qualcosa di “umano”, rischiando di fare Dio a nostra immagine e somiglianza. È chiaro che dobbiamo purificare il nostro immaginario. Prendiamo per esempio il concetto di Provvidenza, così frequente nei nostri discorsi.

Leggi Tutto

Dio, una carezza


Forse la storia dell’umanità è un cammino di liberazione delle false immagini di Dio alla ricerca del vero volto di Dio: liberarci di Dio per liberare Dio. È facile che ci liberiamo di alcune immagini, quando portano morte ci accorgiamo che la strada è sbagliata, ma è più difficile accostarci al vero volto di Dio perché Egli è ineffabile, è l’Indicibile, colui che non catturiamo mai e non possiamo mai definire. Eugenio Montale negli anni 40 scrisse quella poesia molto conosciuta: Non chiederci la parola che squadri da ogni parte l’animo nostro informe, non domandare la formula che mondi possa aprirti, codesto solo oggi possiamo dirti, ciò che non siamo, ciò che non vogliamo. Nella mia…

La Nostra Newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle ultime notizie, compila il form con i tuoi dati e riceverai gratuitamente la nostra newsletter, con tutti gli aggiornamenti e le notizie dell’Associazione

MADRE TERRA

Progetto di Solidarietà

SCOPRI DI PIÙ