La favola di Rachele Filippetto

Scarica la favola… La felicità

Questa favola l’ho scritta da poco. L’idea m’è venuta in mente mentre mettevo in ordine alcuni scatoloni vecchi che non guardavo da tanti anni. Dentro ad uno scatolone ho trovato una grande  tovaglia ovale con molti fiori applicati sopra, tutti lavorati a “macramè”, un antichissimo metodo per lavorare i fili di cotone e formare frange per ornare lavori di stoffa, o fiori in rilievo. Il macramè è un lavoro di grande precisione e lungo da eseguire, perché le frange e i fiori sono formati da innumerevoli piccolissimi nodini. E’ una cosa molto preziosa anche perché oggi è impossibile che qualcuno faccia questo lavoro. La frangia della tovaglia e i fiori me li aveva regalati una mia sorella Suora tanto tempo fa. Io avevo comprato la stoffa e cominciato ad applicarci la frangia e i fiori di tutti i colori proprio per farne una tovaglia  ovale. Avevo deciso di finire presto questo lavoro, ma poi presa da altre cose da fare non l’avevo mai finito. Quando ho ripescato questo lavoro incompiuto ho pensato di finirlo finalmente adesso che avevo molto tempo libero come tutte le nonne.

Ma insieme a questa decisione mi è venuta l’idea di scrivere una Fiaba che avesse come protagonista questa antica tovaglia incompiuta. Io ho 9 nipoti e un pronipote di un anno: le mie due ultime nipotine sono Bianca  di 10 anni e Viola di 9. Ho scritto la fiaba con l’intenzione di farla leggere a loro. Bianca e Viola sono come tutti i bambini che vivono in questi anni così rumorosi e veloci. Ma come i bambini di tutti i tempi  amano per fortuna anche loro le fiabe. Naturalmente anche loro amano le fiabe che fanno sognare, anche se vivono in un mondo che sembra non avere più sogni e speranze.

Ho fatto leggere a loro questa favola  e loro l’hanno fatta leggere ai loro amici e hanno chiesto se era piaciuta anche a loro e se pensavano che era adatta ai bambini della loro età. Mi hanno risposto che era piaciuta a tutti, proprio così com’era.

Io e loro due abbiamo deciso poi di illustrarla  coi loro disegni.
Così è nato questo libro, con la mia storia e i disegni di queste bambine.

Io e le mie nipotine speriamo che piaccia anche a tanti altri bambini che la leggeranno: perché anche loro possano sognare di  essere capaci insieme ai grandi di vivere in un mondo ai grandi in un mondo più a misura di bambino.

 

RACHELE FILIPPETTO    con

BIANCA E VIOLA FILIPPETTO

Allegati